🎄 Occhio al Natale: Quattroscopo della Bilancia

Tempo di lettura 2 minuti

CarƏ Bilancia, come sono messi i tuoi piatti?

Sei riuscitƏ a mantenerli perfettamente in equilibrio nonostante gli alti e bassi di questo 2020 o si sono scompaginati tra euforia e malumore? Come dice la Guida Galattica per gli Autostoppisti: “Don’t panic”! I miei consigli per te tengono conto sia dei momenti di energia che di quelli di quiete, per essere il più possibile imparziale, dato che è anche una delle tue caratteristiche.

La Bilancia carica

Nel secondo dei due post dedicati a te nel nostro calendario dell’avvento, ho parlato di come ti senti irrequietƏ e snervatƏ a causa dei cambiamenti, degli imprevisti e delle restrizioni di quest’anno, e ti ho dedicato due articoli che ti aiutassero a viaggiare nei limiti del possibile: uno sul sistema museale regionale dell’Emilia – Romagna e l’altro sulla reazione delle istituzioni culturali al lockdown.

Adesso, sulle note epic metal di Sky Sailing dei Dark Sarah (che parlano appunto di viaggiare e di solcare i cieli) incanala tutta la tua determinazione verso una missione che ti sarà congeniale: risolvere un caso e riportare l’equilibrio. Come consiglio di lettura ho scelto per te Il passato è una bestia feroce di Massimo Polidoro, poiché secondo me possiede tutti gli elementi giusti per attanagliarti: emozioni continue e colpi di scena inaspettati che mi hanno fatto fremere ad ogni fine di capitolo e, contemporaneamente, un metodo d’indagine dei più razionali alla Sherlock Holmes, degni del Segretario Nazionale del Cicap che è l’autore.

La Bilancia scarica

Nel post in cui parlavo del Castello Errante di Howl e del Castello di Cagliostro, ti ho invitato a visitare un borgo storico appollaiato sulla cima di un monte, San Leo. Qui è dove puoi rallentare il ritmo e tirare un lungo sospiro, assaporando l’aria fredda e pulita: questo è il tuo momento per ricaricarti.

Ti offro una tazza di infuso alla Melissa della Pompadour, una tisana semplice e rilassante che mi ha tenuto al caldo durante un inverno particolarmente gelido e che mi concedevo durante la pausa dal lavoro (io, che sono golosa, la dolcifico con quintali di miele!).

Il film che ti consiglio è Il Piccolo Principe (2015), rivisitazione contemporanea a cartoni animati del romanzo omonimo di Antoine de Saint-Exupéry. Se l’hai letto, non pensare necessariamente al libro, perché in questo caso gli autori sono stati abbastanza abili da porgere un tributo originale ad un classico senza tentare di scimmiottarlo. Con l’apparente leggerezza e la delicatezza di cui solo i film d’animazione fatti bene sono capaci, questo lungometraggio ti porterà a fare i conti con la paura del cambiamento e ti condurrà alla ricerca di te stessƏ.

E tu, fra tutti questi suggerimenti, troverai un nuovo bilanciamento?

+2

Qual è il tuo punto di vista?